Rent to buy in Cooperativa

Comodo, conveniente e sicuro.


COMPRARE CASA, PAGANDOLA MESE DOPO MESE, COME SE FOSSE UN AFFITTO

Questa nuova formula di contratto di acquisto permette alle persone interessate a un nostro immobile ma che in questo momento non hanno la possibilità di vedersi erogare un mutuo, di smettere di buttar via i propri soldi in un semplice affitto ma di "investire" ogni mese per comprare la casa che hanno sempre desiderato.

RENT TO BUY: COS'E'?

Questa nuova formula di contratto, finalizzato all'acquisto, nasce dalla constatazione del momento molto particolare in cui versa il mercato immobiliare, in risposta a chi chi vorrebbe comprare casa, ma incontra oggettivi problemi, ad esempio, nell’accedere al credito bancario.
Il "rent to buy in coop" è un’ottima alternativa alla scelta dell’affitto da parte di chi non può comprare casa, ma anche di chi non riesce a vendere il proprio vecchio immobile per acquistarne uno nuovo.

Questo contratto permette di:
  • evitare di sprecare soldi in inutile affitti, anche per anni, nell’attesa di poter comprare casa;
  • comprare subito casa, in maniera sicura ed economica, anche per chi non ha immediata liquidità per chiedere un mutuo all’ 80% (soglia “psicologica” attuale per le Banche nel finanziamento di un acquisto immobiliare);
  • evitare di dover chiedere una percentuale troppo alta di finanziamento alla propria banca, con tutti i relativi costi (di istruzione della pratica, assicurazioni e successive rate e interessi) che ne derivano, oltre che rispondere a tutte le richieste di garanzia imposte dagli istituti di credito per un mutuo fino al 100%;
  • poter avere tutto il tempo necessario per vendere, al giusto prezzo, il proprio vecchio immobile, necessario all’acquisto della propria nuova casa;
  • ridurre al minimo le spese iniziali accessorie all’acquisto, potendole suddividere in due momenti ben distinti;
  • dilazionare, nel corso del contratto, parte dell’IVA dovuta per l’acquisto;
  • poter vivere fin da subito nella propria casa nuova, senza dover necessariamente avere la capacità di pagarla tutta e subito;
  • investire da subito una percentuale limitata dei propri risparmi, mantenendo, quindi, una parte di risparmi per far fronte a ogni piccolo imprevisto e emergenza che si potrebbe verificare nella quotidianità della famiglia;
  • dilazionare, nel corso della durata del contratto, il costo dell’immobile prenotato, vedendosi alla fine decurtare per intero ogni versamento fatto;
  • aver bisogno, al momento del rogito notarile, di una percentuale di mutuo nettamente inferiore di quanto si necessitava inizialmente, grazie proprio a tutti i versamenti mensili in acconto prezzo fatti nel corso della durata del contratto.
RENT TO BUY: COME FUNZIONA.

Le fasi del ”rent to buy in coop” sono poche e chiare, proprio perché questo è un modo semplice, sicuro ed economico di comprare casa al giusto prezzo.

A mezzo dell’Atto di prenotazione, fulcro della compravendita in Cooperativa, similare – per certi aspetti – al preliminare di compravendita tra privati, vengono indicate le caratteristiche dell’unità oggetto del contratto stesso, i suoi relativi dati catastali, unitamente alle schede catastali o disegni di progetto, i dati dell’intervento e della Cooperativa che lo propone, e, ben chiaro, viene fissato il costo dell’appartamento.

Viene, inoltre, stabilito l’importo dell’acconto iniziale da versarsi alla firma del presente contratto (un minimo del 10% del costo) a titolo di caparra confirmatoria, viene infine stabilito il termine entro cui arrivare al rogito notarile, oltre all’importo delle rate mensili / locazioni da versare sempre a titolo di acconto prezzo.

Dal versamento della caparra vengono consegnate le chiavi dell’unità prenotata.
Da quel momento il Socio Assegnatario potrà abitare nella sua nuova casa, senza dover aspettare il rogito definitivo, pagando le rate mensile / locazioni stabilite precedentemente che andranno a costituire l’acconto sull’unità, unitamente al primo versamento, in maniera tracciabile e identificativa, quindi a mezzo bonifico bancario o assegno bancario, per poi essere puntualmente riportate dal Notaio, nell’Atto di Rogito.
Così si eviterà di dover sprecare anni di affitti ma di “investire” fin da subito di ogni versamento mensile che si farà.

Alla data stabilita verrà, infine, stipulato, dinanzi al Notaio indicato dalla Cooperativa, l’Atto Notarile di Rogito, avvenendo così di fatto il definitivo passaggio di proprietà del bene, il cui costo finale sarà dato dal prezzo stabilito inizialmente al netto di tutti i versamenti effettuati.

RENT TO BUY: QUANDO E' CONVENIENTE.

Il contratto di “rent to buy in coop” dev'essere visto come un vero e proprio contratto di compravendita a tutti gli effetti, in cui il pagamento a saldo dell’acquisto dell’immobile è “dilazionato” nel tempo a mezzo di versamenti mensili / locazioni in acconto prezzo, oltre a una caparra confirmatoria iniziale (e spese accessorie, di registrazione e di intermediazione).

E’ quindi pensato per quella fascia di persone che vuole acquistare l’immobile di proprio interesse e non vuole sprecare soldi in affitti inutili e/o deve vendere, al giusto prezzo, il proprio vecchio immobile o che magari sono in attesa di vedersi svincolare somme di denaro da, ad esempio, polizze assicurative o fondi d’investimento, nel breve – medio termine, potendo in tal modo pianificare il proprio acquisto in tempi certi nella durata del contratto.

Quindi con il "rent to buy in coop" è caratterizzato dal fatto che:

  • Tutte le somme versate sono acconti sul costo dell’unità prenotata, quindi non si tratta di una locazione tradizionale;
  • Tutto l’importo versato nella durata del contratto (anticipo e versamenti mensili) viene interamente decurtato dal costo dell’appartamento stabilito inizialmente mentre in un affitto tutte queste somme andrebbero interamente perse, con un affitto a riscatto solo una percentuale di quanto versato si imputa in acconto prezzo;
  • I regolari pagamenti mensili previsti dal contratto costituiscono una valida documentazione storica oltremodo utile nel momento in cui ci si rivolge a una Banca per ottenere un mutuo, dimostrando conseguentemente di essere in grado, nel tempo, di sopportare una rata mensile di importo analogo;
  • Le spese accessorie sono suddivisibili in due momenti ben distinti, una parte al momento del primo atto di prenotazione, una seconda al momento del rogito notarile, ovvero alla fine del periodo previsto dal contratto;
  • La riduzione della necessità di mutuo per arrivare al saldo dell’immobile grazie ai versamenti mensili in acconto delle stesso, con conseguente congrua diminuzione delle relative successive rate e interessi da restituire alla banca.
RENT TO BUY: GUIDA PRATICA.

Per maggiori informazioni su questa particolare formula di acquisto è a disposizione una breve guida pratica, puntuale ma non certo esaustiva, sui vari aspetti che caratterizzano il "rent to buy in coop", ponendolo anche a confronto con la tradizionale locazione e la classica compravendita, nella particolare accezione del mondo cooperativistico.

Per ogni ulteriore informazione il nostro personale è sempre a disposizione per un contatto diretto.

dL s.r.l. | Assio s.r.l.

  • Email

    info@latuanuovacasa.it

  • Telefono | fax

    (+39) 02 4570 3617

  • Indirizzo

    Via Roma n. 2/E
    Assago, MI 20090

  • Coordinate GPS

    Latitudine: 45.403673
    Longitudine: 9.131686

Puoi anche seguirci su: